Salta al contenuto
Rss



Chiesa della Concezione

Le Chiese di Ovada

cappuccini150Nel 1631 ad Ovada venne sconvolta da una grave epidemia di peste; la popolazione decise così di innalzare una chiesa in onore dell' Immacolata se fosse cessato il morbo. A grazia ottenuta venne presa la decisione di affidare ai Frati Cappuccini la cura del Santuario. Due lapidi ancora leggibili ricordano la posa della prima pietra nel 1640 e la consacrazione il 26 Maggio 1662.

La Chiesa venne edificata seguendo le norme che dettavano lo stile dei Cappuccini: forma a capanna, facciata semplicemente intonacata di bianco priva di decorazioni e l''interno ad una sola navata con due cappelle laterali a destra e sinistra. Ogni decorazione superflua fu bandita così come l'uso dei marmi sostituiti dal legno come rifinitura delle balaustre.

L'attuale facciata è il risultato di un rimaneggiamento del 1935 che, intendendo richiamare lo stile romanico, deturpò l'aspetto originario della chiesa con l'aggiunta di un rosone e bifore in cemento.

Nel 1970 anche l'interno subì rimaneggiamenti che ne stravolsero irrimediabilmente la fisionomia con un ampliamento del lato sinistro e lo smembramento dei due altari delle cappelle di destra.

Rimangono, tuttavia, alcuni tratti pregevoli:

-l' ancona dell' altare maggiore, opera in legno dei Fratelli Laici Milanesi Fra Francesco Vitalino e Fra Francesco Maria realizzato tra il 1742 ed il 1774 che fa da sfondo alla statua della Madonna anch'essa in legno. Il bianco, il celeste e l'oro della veste riccamente panneggiata della Vergine risalta perfettamente sullo sfondo scuro dell'ancona ai lati della quale si stagliano i Santi Rocco e Sebastiano (la Chiesa fino dalla sua nascita era stata intitolata alla Immacolata Concezione di Maria SS.ma ed ai due Santi come la Chiesa dei Cappuccini di Genova assecondando una pratica cappuccini-interno-150devozionale dell'Ordine);

-due tele dell'Ovadese Geronimo Buffa che campeggiano l'una di fronte all'altra rappresentanti Gesù Incoronato di Spine e la Flagellazione di Gesù;

-nella navata di sinistra le pale staccate dagli altari delle cappelle di destra rappresentano Sant'Antonio da Padova e San felice da Cantalice; le due tele sono attribuite al Pittore Genovese Giuseppe Palmieri.

Le manomissioni che la chiesa ha subito nel corso degli anni hanno portato alla perdita di alcune importanti lapidi tombali ma soprattutto rischiano di non fare apprezzare appieno la bellezza di questa chiesa che rimane troppo ai margini delle visite turistiche.

Sul fianco destro della chiesa si erge la nuova costruzione del Convento che ha sostituito il vecchio edificio distrutto parzialmente da un incendio e demolito successivamente per la costruzione di un imponente palazzo.

Bibliografia:
http://www.iatovada.it/it/le-chiese-di-ovada/chiesa-della-beata-vergine-della-concezione-chiesa-dei-cappuccini.html
© Pro Loco di Ovada e del Monferrato Ovadese - IAT




Inizio Pagina Città di OVADA (AL) - Sito Ufficiale
Via Torino, 69 - 15076 OVADA (AL) - Italy
Tel. (+39)0143.8361
Codice Fiscale: 00400810065 - Partita IVA: 00400810065
EMail: segreteria@comune.ovada.al.it
Posta Elettronica Certificata: posta@pec.comune.ovada.al.it
Web: http://www.comune.ovada.al.it


|